Le Tifoserie di Estrema Destra in Italia [Mappa]

Dai recenti fatti di cronaca, parliamo del connubio fra tifoserie di calcio ed estrema destra (Neonazi e fascisti), e di come questa alleanza sia abbia legami con la criminalità e la politica italiana, che in silenzio resta a guardare, nonostante gli atti di  razzismo sempre più evidenti. Con una mappatura nelle tifoserie più estreme in Italia.

image.jpg

Nel caldo del tardo pomeriggio romano di un mercoledì, era il 7 agosto, Fabrizio Piscitelli camminava mentre aspettava qualcuno al parco degli Acquedotti a Roma, Piscitelli non è uno qualunque anche se il nome non dice nulla, Piscitelli non vedrà nessuno quel giorno, un colpo di pistola pone fine alla sua vita a 53 anni, il killer riesce a scappare ed è tutt’oggi sconosciuto agli investigatori [1], da quello che risulta a sparare non è stato uno qualunque, ma un professionista che senza problemi ha raggiunto Piscitelli a piedi e lo ha freddato con un solo colpo. Se le indagini alla fine daranno una spiegazione sul delitto, dobbiamo sapere chi è Fabrizio Piscitelli.

diabolik_fabrizio_piscitelli_funerali_divino_amore_16140929.jpg
Fabrizio Piscitelli alias Diabolik

Piscitelli è famoso a Roma, meglio conosciuto con il sopranome di Diabolik, che fra la fine degli anni 80 e l’inizio dei 90 si è fatto strada in uno dei gruppi di tifoserie più estremi dell’intero quadro delle tifoserie italiane, gli Irriducibili del Lazio, tifoseria di estrema destra, ma non si ferma a qui, la figura di Piscitelli è riconducibile ad un tentativo di acquisto della Lazio, ma il suo nome è molto conosciuto negli ambienti degli investigatori dato che Piscitelli ha avuto molto a che fare con la giustizia per i suoi collegamenti con la criminalità organizzata, che non riguarda solo lui ma l’intero gruppo del gruppo di tifosi, si è parlato di traffico di sostanze stupefacenti, eroina ed hashish, dimostrato dall’elevato tenore di vita [2], e per concludere hanno fatto notizia i suoi funerali, che si sono rivelati invece più che un funerale si è rivelato un festival revival fascista [3], si perché dobbiamo anche aggiungere che la tifoseria degli irriducibili ha un vero e proprio debole per il fascismo, e per la tifoseria laziale non è certo una novità, del suo connubio con l’estrema destra italiana.

Annotazione 2019-10-09 192918.png

Insomma, non è una novità che negli ultimi decenni fascismo e tifoserie da stadio abbiamo questa alleanza, nell’ultimo periodo le notizie non sono certo mancate, dopo Piscitelli si sono fatti sentire anche il gruppo ultras della Juventus, i Drughi, seppur meno conosciuti di quelli laziali per chi non mastica prettamente il calcio, non sono nuovi nemmeno loro, hanno tappezzato di manifesti Torino con citazioni di Tolkien, chiedendo libertà per l’arresto di 12 capi ultras avvenuto a settembre [4], arresti a seguito dell’inchiesta della procura chiamata “Last Banner“, le accuse sono di un “Accordo militare per il controllo della curva” [5] e per il ricatto alla società per i biglietti; Anche in questo caso i Drughi sono un gruppo ultras di ispirazione di estrema destra.

150641647-b0786e6d-6f5b-460d-a135-81498711872a.jpg
Gruppo degli ultrà bianconeri dei “Drughi”

Non a caso da queste alleanze fra tifoseria e politica, stiamo raccogliendo i frutti, non manca una giornata di campionato in cui non si senta di insulti razzisti da parte di tifosi di curve di estrema destra verso giocatori della squadra avversaria, con l’unica colpa di aver il colore della pelle diversa, è inutile citare le notizie perché sono divenute un susseguirsi, per questo vi invitiamo a visitare a fare una ricerca su un motore di ricerca nella sezione notizie.

Ma perché tutto questo? Molteplici possono essere le risposte, ma ha peggiorare la situazione di quest’insieme (Tifoseria + criminalità + fascismo), è la espressa volontà della politica italiana di non prendere nessuna responsabilità nel prendere posizione, come abbiamo già visto durante vari punti della nostra proposta di Programma Per Un Nuovo Antifascismo, ma non solo, vi è anche un’alleanza, o chiamiamola pure amicizia fra le varie tifoserie ed alcuni rappresentanti politici, come quella pubblica fra la tifoseria milanista e l’ex premier ed ex ministro degli interni Matteo Salvini [6]; Ma al fenomeno nonostante le possibili azioni, anche le squadre di calcio latitano, solo la Roma ha veramente preso una posizione, mettendo il Daspo a vita per un tifoso particolarmente razzista [7], le altre squadre stanno a vedere nonostante le dure parole del presidente della FIFA, Gianni Infantino, che ha decisamente criticato l’Italia sul tema razzismo e chiesto che vengano cacciati dagli stadi se non addirittura spediti in galera[8].

740a6b94-017c-11e9-b86a-f4f8946764eb.jpg
Matteo Salvini e Luca Lucci, capo ultrà milanista

Al momento la situazione è stata raccolta e mostrata dall’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, del Ministero degli Interni, in un rapporto sono state censite ben 328 gruppi di tifoserie delle squadre calcistiche, oltre ad essere emerso un quadro in cui tutte le tifoserie sembrano aver un connubio con il mondo politico, perciò tutte le tifoserie sono sbilanciate per una parte politica, da estrema destra ad estrema sinistra, si contano 40 con collocazione di estrema destra, 45 di destra, 33 di sinistra e 21 di sinistra radicale, in un arco politico sembrano rappresentare mediamente anche il valore elettorale italiano, inoltre il fenomeno non comprende solo ed esclusivamente la serie A, ma anche squadre di città minori.

Per quanto riguarda l’estrema destra, abbiamo rappresentato le tifoseria su una mappa di Google Maps, come abbiamo fatto in altre circostanze per altri motivi, da questa mappa si possono dedurre, come oltre a squadre, anche importanti di Serie A, vi sono anche parecchie squadre minori, un’ulteriore sorpresa viene dalla disposizione geografica, se era normale aspettarsi squadre come Juventus, Internazionale (Inter), Milan ed ovviamente Lazio e Verona, troviamo oltre ad una grande concentrazione nel Veneto con la già citata Verona anche Padova, Vicenza e Treviso, un gran numero anche nel Sud d’Italia, di cui troviamo anche nomi insospettabili come in Puglia con Foggia, Barletta, Bari, Monopoli e Taranto, e la Sicilia con altrettante fra Messina, Arcireale, Siracusa, Palermo e Gela.

Annotazione 2019-10-09 192918.png
La nostra mappa di Google Maps sulle tifoserie di estrema destra in Italia.

Per risolvere la situazione ci vuole un grosso impegno da parte delle istituzioni, sportive e politiche, ma come già detto per opportunismo nessuno vuole veramente prendere in considerazioni soluzioni drastiche, lasciando che purtroppo l’unica via percorribile contro queste bande di fascisti sia la privatizzazione degli stadi, come è avvenuto per la Juventus e in futuro è previsto per Milan e Inter per il nuovo San Siro e per il nuovo stadio della Roma, questa sembra l’unica soluzione presa veramente in considerazione, la gestione privata delle strutture sportive, che all’estero sembra aver funzionato, dove gli stadi sono di proprietà delle squadre che ne gestiscono anche il tifo con ottimi risultati, anche se il fenomeno razzismo è molto più difficile da sconfiggere anche per le altre squadre in Europa; Ma questa soluzione può essere solo per le grandi squadre che hanno liquidità da investire in nuovi stadi di proprietà, mentre per le squadre più piccole sembra che gli stadi siano lasciati in balia di questi gruppi fascisti alla faccia di chi ama lo sport ed il calcio.

Il link per visualizzare la mappa sulle Tifoserie di Estrema Destra in Italia.

NOTE:
1. Roma, ucciso Diabolik: Fabrizio Piscitelli morto in un omicidio al Parco degli Acquedotti: “Omicidio a Roma, ucciso Diabolik: l’ultras Fabrizio Piscitelli morto in un agguato. Indaga l’antimafia“.
http://www.romatoday.it/cronaca/omicidio-diabolik-morto-fabrizio-piscitelli.html.
2. Fabrizio Piscitelli detto Diabolik chi era l’ultras della Lazio: “Chi era Fabrizio Piscitelli, il Diabolik storico ultrà della Lazio“.
http://www.romatoday.it/cronaca/fabrizio-piscitelli-diabolik-chi-era.html.
3. Il funerale di Diabolik tra ultras e neofascisti: altro che evento privato. http://espresso.repubblica.it/attualita/2019/08/21/news/funerale-diabolik-1.338077.
4. “Drughi Juve liberi” centinaia di manifesti degli ultras bianconeri sui muri di Torino. https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/09/26/news/_drughi_juve_liberi_centinai_di_manifesti_degli_ultras_bianconeri_sui_muri_di_torino-236975311.
5. Juve: ricattavano la società per gestire il bagarinaggio. Il questore: ora a rischio Juve-Verona. https://torino.repubblica.it/cronaca/2019/09/16/news/estorsioni_e_violenze_arrestati_alcuni_capi_ultra_della_juventus-236125256.
6. Sequestrato un milione di euro al capo ultrà Milan che salutò Salvini. https://www.lastampa.it/milano/2019/06/26/news/sequestrato-un-milione-di-euro-al-capo-ultra-milan-che-saluto-salvini-1.36544012.
7. Insulti razzisti contro Juan Jesus su Instagram. La Roma: “Daspo a vita“. https://tg24.sky.it/sport/2019/09/26/razzismo-insulti-juan-jesus-roma-daspo.html.
8. Il presidente della Fifa Infantino: “Troppo razzismo in Italia, per i responsabili ci vuole la galera”. https://www.globalist.it/sport/2019/09/24/il-presidente-della-fifa-infantino-troppo-razzismo-in-italia-per-i-responsabili-ci-vuole-la-galera-2046809.html.

Se vuoi puoi approfondire meglio puoi scaricare e leggere il nostro programma con 12 proposte per un NUOVO ANTIFASCISMO di PARTECIPAZIONE SEMPLICE.

Programma Nuovo Antifascismo 02

Seguici anche su:

cropped-partecipazione-semplice-logo-02-2.pngtwmediumflipboard-logot_logogmail_icon

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...